Secondo Voi - Fratelli nello Spazio n. 2

manga

Mi piacciono le opere di fantascienza, ancor più gradisco quelle ambientate in un futuro molto vicino al nostro e dove la realtà non viene alterata vistosamente, ma descritta come una probabile evoluzione del nostro presente.

Non nascondo che il mio film preferito resta e resterà per sempre quel Blade Runner, nato dalla forza contaminante sprigionata da un capolavoro del romanziere Philip Dick. Qui su Comicsblog non c'è troppo spazio da dedicare a film o libri, poiché è il regno dei fumetti, quindi con uno spirito ricco di entusiasmo e soddisfazione ti introduco il secondo numero di un manga prodotto da Star Comics: Uchu Kyodai. Il titolo italiano scelto dai traduttori è Fratelli nello Spazio; forse non sarà un titolo ad effetto, ma ben introduce i contenuti realizzati da Chuya Koyama, un autore completo che si distingue per essere preciso, attento e dotato di una gustosa ironia e conoscenza dell'animo umano.

La casa editrice sembra tenerci particolarmente a questo prodotto, avendo scelto una sovraccoperta protettiva elegante e "scintillante", con piccoli ologrammi sullo sfondo che attirano l'attenzione. Tale scelta editoriale sarà legata alle atmosfere puramente futuristiche? Ammetto di non conoscere la fattura della carta dell'edizione originale giapponese, ma non posso non apprezzare lo sforzo di dotare gli albi di un elemento originale di differenziazione rispetto alle restanti pubblicazioni. L'analisi di una seconda uscita può rivelarsi più interessante rispetto a quella della prima, poiché il numero d'esordio può sospendere, ma non garantire un livello stabile di qualità. Servono conferme rispetto alla buona prova che è risultato essere il numero d'esordio. Fratelli nello spazio conserva alla base il concetto di semplicità. Ogni scelta narrativa è accompagnata descrizioni cariche di naturalezza. Semplice è il dialogare tra i personaggi, spontanei sono i loro pensieri e ragionamenti, genuino è il loro intrecciarsi e relazionare. Non esistono grottesche esagerazioni. Per questo l'autore ha optato per ambientazioni vicine all'idea di prossimo futuro, dove l'umanità non è sostituita da macchine autonome, ma riesce a valorizzare l'importanza d'esser uomini, di scambiarsi affetti e sorrisi. Altra parola chiave del manga è ambizione. Il protagonista, Mutta Nanba, ha un sogno: diventare bravo come il fratello astronauta Hibito, raggiungere il Johnson Space Center per avere la possibilità di iniziare una gloriosa carriera e raggiungere lo spazio con lo stesso fratello.

Fratelli nello Spazio Fratelli nello Spazio Fratelli nello Spazio

Mutta è un simpatico ragazzo con le sembianze di un mezzo nerd. Con il cane del fratello, il tenero Apo vestito da astronauta, occupa l'intera copertina con sguardo fiero e deciso. La posa elegante e concentrata non maschera la sua vera essenza e la sua simpatia. La storia si apre con il capitolo 9 della serie: Giorni incompleti. Le prime immagini sono legate all'infanzia dei due fratelli, un passo quasi sconvolgente, poiché ritroviamo un Mutta secchione che tenta di insegnare al fratello l'inglese. Hibito da piccolo era proprio negato per lo studio ed i suoi voti pessimi stupiscono visti i risultati raggiunti pochi anni dopo. L'autore ci sbatte di fronte ad una situazione non poi così irreale: con la crescita, l'applicazione, l'amore verso le proprie scelte si possono raggiungere grandi traguardi. Un sentimento che può crescere spontaneamente tra due persone vicine è l'invidia.

Fratelli nello Spazio Fratelli nello Spazio Fratelli nello Spazio

È chiaro che, in parte, Mutta è animato da questa forza negativa. Bello il frangente in cui gli anziani vicini di casa dell'astronauta gli dimostrano riconoscenza per il solo ricevere "energia" dal suo esempio: avere carisma è un vantaggio notevole che può portare grandi vantaggi.

Il capitolo 10 è quello del giudizio. La commissione che dovrebbe valutare le doti di Mutta rimane perplessa per la sua instabilità psicologica. Dal passato emergono dettagli raccapriccianti: tempo fa, il ragazzo è stato licenziato da una ditta per aver usato viole contro un superiore. Da questo passaggio si apprezza il lavoro dell'autore che non è mai superficiale: abbiamo di fronte una concreta analisi del sistema sociale. Gli errori si possono pagare cari quando si punta in alto. Viviamo in un meccanismo dove abbiamo perennemente gli occhi addosso ed ogni impronta lasciata, anche la più superficiale, va a formare un curriculum virtuale a cui saremo legati per sempre.

Fratelli nello SpazioFratelli nello SpazioFratelli nello Spazio

Tutti viviamo di confronti perenni e sfide che non possono essere evitate per non rischiare di rimanere indietro. I record più importanti da battere sono quelli legati alle nostre capacità; inutile sperare di sconfiggere il mondo quando ancora non si conoscono i propri limiti! Molto sensato è il confronto momentaneo tra i due fratelli: una nocciolina contro un samurai. Koyama ci parla anche di fortuna e dedica a questo fattore un capitolo intero. Fortuna e sfortuna si alternano senza una logica nel corso della vita e possono determinarne per sempre il proseguimento. Nel manga l'elemento fortuna è rappresentato da una figura molto importante che casualmente ha conosciuto i fratelli Nanba quando ancora erano fanciulli ed oggi ha il potere e la voglia di tifare per loro. Pregevoli sono i passaggi dove viene descritto con cura il mestiere dell'astronauta. Si possono apprendere dettagli minuziosi su un lavoro che pochi esseri umani hanno conosciuto veramente in tutte le sue sfaccettature. L'allenamento per trasformarsi in astronauta comporta sforzi mostruosi, quasi disumani e sicuramente inimmaginabili. L'obbligo di redigere testamento Che barba, che noia? Assolutamente no! Il colpo di scena arriva in silenzio sulla punta dei piedi ed è così forte da lasciare tutto il mondo spiazzato. L'anti-eroe viene messo nella condizione di ottenere un riscatto sociale, dimostrando un valore atipico e che va a completare quel curriculum vitae carente alla voce disciplina. Comprensiva è la scelta di un terzo qualsiasi di intervenire a favore di Mutta, mascherando la verità al solo fine di concedergli una possibilità in più di realizzare il proprio sogno e raggiungere le stelle. Infine c'è da annotare il doveroso riferimento al sentimentalismo di Mutta. Rozzo, strano, con abitudini e filosofie non sempre equilibrate, ma dolce e romantico: il quadro descrittivo di un giovane sognatore è completo! L'investimento di Star Comics è azzeccato da un punto di vista qualitativo. Fratelli nello Spazio ha tanti pregi e accontenterà senza affanni le esigenze di vari generi di lettori. Non sarà un campione di vendite (salvo un clamoroso passaparola), però è un manga che arricchisce, lascia belle sensazioni e diverte.
Fratelli nello SpazioFratelli nello SpazioFratelli nello Spazio

Un punto a favore di questo fumetto, che tanto piace all'editore, è il lato grafico. Star Comics, come già sottolineato, ha fatto di tutto per rispettare esteriormente ed esteticamente l'impegno dell'autore. Il formato non soffoca i disegni e concede il giusto spazio alle tavole, costruite per dare ampio risalto a scene chiare e luminose. Non esiste alcun affollamento di immagini in qualsiasi vignetta, il concetto di spazio viene assecondato anche per non negare profondità alle scene. Il tratto pulito ed arrotondato non stanca e rende piacevole la visione dell'insieme, ben accompagnando la freschezza e la linearità della trama. Chuya Koyama è vincente nel suo tentativo di modellare l'espressività dei personaggi, poiché i soli volti, più del soggetto stesso, riescono a provocare quelle sensazioni che spingono chi legge a legarsi con affetto al prodotto. Gioia e disperazione sono racchiusi in uno sguardo o in semplice sorriso, dolce o amaro che sia. La rappresentazione della tecnologia passa in secondo piano. Viene smentito il concetto che un fumetto futuristico non possa essere privato di un giusto o contorto ambiente schiavo della robotica e dell'informatica. Il tratto non è assolutamente originale. Il disegnatore sembra, con grande abilità, attingere dall'esperienza di colleghi più o meno illustri. Nessuna accusa di plagio, per carità, e nessuna lamentela per una dignitosa espressione di "realismo caricaturale". Il prodotto funziona a dovere in ogni suo aspetto ed si distingue proprio per una trama non grossolana o troppo articolata. Nessun mostro angosciante e nessun oggetto misterioso impossibile da pescare in un oceano infinito. Solo il sogno di crescere, non smettendo mai di sognare.

Fratelli nello SpazioFratelli nello SpazioFratelli nello Spazio

Testata: MUST
Numero: 2
Dimensioni: 13x18, B, 224 pp, b/n, Sovracoperta
Autore: Chuya Koyama
Prezzo: € 4.90
Data di Uscita: 15-02-2011

Solo in fumetteria Su invito di Hibito, Mutta si reca al Johnson Space Center dove trova ad aspettarlo l’imponente figura del fratello minore, divenuto ormai un famoso astronauta. Osservarlo nel suo ambiente, sicuro di sé e appagato per essere riuscito a realizzare il suo sogno di bambino, scatena in Mutta un sentimento di sconfitta personale e di forte invidia. Hibito, tuttavia, che ha sempre creduto in lui e nelle sue straordinarie capacità, cerca in tutti i modi di spronarlo a reagire, ricordandogli la solenne promessa, mai dimenticata, di raggiungere insieme lo spazio!

Il prossimo numero sarà disponibile a partire dal 16-03-2011. Solo in fumetteria. All'interno: L’invidia di Mutta nei confronti del fratello minore Hibito, partito prima di lui per la Luna, aumenta di giorno in giorno. Nonostante lui sia il maggiore tra i due, si trova ancora sulla terra, ma sarà proprio il suo desiderio di non essere da meno del fratello che lo spingerà ad iscriversi all’esame per diventare astronauta. Mancano ormai due settimane al test e Mutta non può assolutamente perdere la concentrazione! Non sono ammessi ripensamenti o cedimenti: ormai la decisione è stata presa e la sfida più grande sarà proprio quella contro se stesso e la propria debolezza di carattere.

Fratelli nello Spazio Fratelli nello Spazio Fratelli nello Spazio

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.