Il fumetto di Woody Allen - 300 vignette tutte da ridere

allen

Hai un po' di notorietà? Allora rischi seriamente di finire all'interno di un fumetto!

Anche Woody Allen è stato “catturato” in alcune vignette e questo è accaduto tempo fa, dopo l'incontro con Stuart Hample (autore del best seller Children’s Letters to God) Nel 1976 il fumettista pensò proprio ad Allen per fare un salto di qualità e lanciarsi definitivamente nell'Olimpo dei fumetti. L'ex pubblicitario (questo il lavoro principale di Hample) vide nel comico un personaggio perfetto da rappresentare proprio per quelle caratteristiche da “sfigato” che lo contraddistinguevano. Solitamente elementi come la perenne sfortuna con le donne, la pressione da parte di genitori ossessionati ed iperprotettivi o l'auto-isolamento funzionano per divertire il pubblico.

Allen visionò il progetto del disegnatore e ne rimase soddisfatto a tal punto di approvarlo immediatamente, impegnandosi ad offrire una collaborazione ravvicinata al fine di scrivere le battute. Il comico offrì così una versione più funzionale di tutte le migliori battute del proprio repertorio giovanile, mettendo sul piatto anche frammenti dei suoi pensieri, semplici descrizioni o, addirittura, parti estrapolate da libri, film e testi teatrali. Quindi il prodotto finale, edito da King Features Syndicate con il titolo Inside Woody Allen, conserva la vera essenza dell'uomo e del comico Woody Allen. In Italia la rivista Linus si preoccupò di tradurre e pubblicare i contenuti. Adesso è disponibile un volume prodotto da Isbn, intitolato La vita secondo Woody Allen, che contiene le 300 migliori strisce mai realizzate.

via | IlPost

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.